Maxi striscione di Città dei Presepi alla marcia della pace Perugia-Assisi

Quasi 500 metri di pace, più di settemila ragazzi delle scuole, pittori e persone dell’associazionismo coinvolte con frasi, firme e disegni, più di trecento messaggi realizzati sui lenzuoli non più in uso e poi cuciti tra loro, provenienti da un migliaio di paesi, cittadine e realtà di tutta Italia che hanno compartecipato all’iniziativa.
Alla Marcia straordinaria della Pace Perugia-Assisi, l’Associazione Nazionale Città dei Presepi si presenterà domani domenica 24 aprile per stendere lungo il percorso il risultato di un lavoro collettivo che è iniziato due mesi fa. Un lungo striscione di pace, cucito e a più voci, si unirà a quello degli altri partecipanti all’iniziativa che, stando ai numeri degli organizzatori vede 156 Comuni, Province e Regioni, 53 Scuole, 88 Associazioni nazionali, 359 Associazioni locali e migliaia di donne e uomini che verranno alla marcia con i loro amici e familiari aderire al comitato promotore. “Il lungo messaggio di pace – spiegano Fabrizio Mandorlini e Nicola Gentili dell’Associazione Nazionale Città dei Presepi – sarà su indicazione degli organizzatori, aperto nell’ultima parte del percorso della marcia, lungo la strada rettilinea che da Santa Maria degli Angeli porta in piazza San Francesco all’altezza di Viale Patrono d’Italia e chi vorrà potrà aggiungere la propria firma o la propria frase. Per stenderlo sarà importante l’apporto di tanti volontari e sarà anche un segno di condivisione.” In occasione della marcia della pace del 9 aprile, il lungo messaggio era stato aperto a Cerreto Guidi e aveva chiuso in un abbraccio di colori l’intero centro storico. L’Associazione Nazionale Città dei Presepi è con il festival Terre di Presepi, la rete presepiale più lunga d’Italia con più di duecento realtà in rete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.